lunedì 7 febbraio 2011

SCORRENDO SCORRENDO

Libreria “Shakespeare and Co” a Parigi

Come sempre l’acqua scorre,
asciuga quella sete e quell’arsura
che bagna ogni tepore;
un effluvio che corre e mi porta via
e che non so opporre
mentre approda nella tua radura.

Col tempo capirò che ogni istante
si propaga inesorabile... goccia a goccia
nella tua penombra appagante.
Brillerà il sole e la rugiada
diverrà il nostro umore e sembrerà esitante
mentre lento sfocia nel tuo divenire delta.

Con i nostri attimi così intensi
potremo navigare senza sosta
viaggiare nella gioia e nei silenzi
perdendoci nel fiume, lungo la costa...
scorrendo scorrendo
nel nostro intenso navigare.



_____
Pura Libridine

3 commenti:

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Appetito disordinato d'altra cosa..
La libridine, intendo...
Leggerla, caro Dannus, per me è lauto pasto :)
Mi trova ingrassata?

giardigno65 ha detto...

COM'è DOLCE NAUFRAGARE IN QUESTO MARE

Ernest ha detto...

mi ci tuffo...