mercoledì 10 febbraio 2010

ALLA SORGENTE



E dalle mie mani
bevo un sorso d’acqua.
Tutto ha un sapore di terra,
di tuono, di buono.
Ho gustato il suo scorrere intenso,
ho sentito il ciotolo rotolare
e la carpa in amore,
ho visto il ghiaccio ridivenire
e poi... prosciugare.

Ho sentito l’acqua
e dentro me era me
e fuori di me era me.



___________
Abbeveriamiamoci.

6 commenti:

Saamaya ha detto...

chiare fresche e dolci gocce di poesia.

lore ha detto...

Gioia di cantare come te, torrente;
gioia di ridere
sentendo nella bocca i denti
bianchi come il tuo greto;
gioia d'essere nata
soltanto in un mattino di sole
tra le viole
di un pascolo;
d'aver scordato la notte
ed il morso dei ghiacci.
antonia pozzi)

bacio

giardigno65 ha detto...

carpa diem

Ernest ha detto...

la freschezza della poesia
un saluto

Anna2 ha detto...

Ho sentito l'acqua,
dentro e fuori solo IO.
Un saluto ed un abbraccio a Te
e famiglia.
Bacio da Anna2.

Briciolanellatte ha detto...

Sai sempre sorprendermi